Press&Media

Contributi

Una città senza porte per catturare le idee del mondo

L’analisi attuale evidenzia che L’Aquila, con i nuovi agglomerati suburbani, è oramai una città multidimensionale,  in cui  non esiste più la distinzione tra “interno” ed “esterno”.  Una città totalmente diversa per  struttura spaziale  rispetto alla città medievale, perimetrata da mura e da porte di accesso. Una città senza porte che  con la sua cintura periferica post-terremoto, con i suoi quartieri dormitorio e con i debilitati centri urbani limitrofi, è oggi fatalmente predisposta per diventare una grande ed innovativa nuova area metropolitana. 

Utilizziamo i cookie per assicurarvi la migliore esperienza nella navigazione del sito.
Proseguendo la navigazione nel sito si presta il consenso all'uso dei cookie. Clicca qui per maggiori informazioni.