Valore aggiunto

Toolkit

Il nostro vantaggio competitivo: il capitale intellettuale

Conoscenza

know how

La conoscenza all'interno delle nostre aziende è alimentata da strette collaborazioni con le più prestigiose università italiane e da progetti di trasferimento tecnologico realizzati anche tramite il Parco Scientifico e Tecnologico d'Abruzzo, di cui la società SPEE è socia. Nostri ingegneri ed esperti sono attivamente presenti tramite comitati tecnici negli organismi di normalizzazione del settore, nei progetti pilota per la centralizzazione e la gestione dei sistemi di sicurezza e di videosorveglianza, nei gruppi di lavoro CEI, IMQ, ecc., dove collaborano alla stesura delle normative nazionali ed europee. Tutta la nostra idea di innovazione si fonda sul sapere e sul saper fare: investiamo continuamente nella ricerca e nella costruzione di reti della conoscenza con centri di ricerca nazionali e non. Il nostro know how è un patrimonio fondamentale, da preservare e da nutrire nel migliore dei modi. I lavoratori della conoscenza SPEE rappresentano il nostro capitale umano, un patrimonio fondamentale da preservare e nutrire nel migliore dei modi. Una delle risorse alla base del nostro valore aggiunto e della nostra competitività aziendale.

Innovazione

innovazione

Nella società delle reti le tecnologie ICT (Information and Communications Technology) rappresentano l'elemento di integrazione tra le tecnologie di sicurezza e i diversi servizi a valore aggiunto erogabili anche remotamente. Le attuali soluzioni proposte dalla società SPEE per la sicurezza e il videocontrollo consentono la fine delle distanze spaziali e la sostituzione dell'uomo con la virtualità tecnologica. Le nuove tecnologie ICT possono già consentire l'utilizzo in rete della sicurezza, del comfort o della gestione online di qualsiasi utenza remota. La convergenza di voce, dati e video su un'unica infrastruttura di rete a banda larga, basata su protocollo Ip, crea nuove condizioni che modificano quotidianamente il rapporto tra l'utenza da gestire e le tecnologie impiegate per farlo. L'innovazione, a un livello più alto, non è altro che la consapevolezza che tutto cambia e che, per continuare a esistere, è necessario interagire continuamente con il cambiamento. Per mettere a frutto tutta l'energia accumulata grazie al vantaggio competitivo. Per non giocare più il ruolo di chi insegue ma rilanciare ambiziosamente ed essere seguiti.

Ricerca e sviluppo

ricerca e sviluppo

Il settore Ricerca e sviluppo è uno dei più dinamici della società SPEE. Ogni nostra soluzione nasce dall'azione combinata di molte componenti e dal feedback virtuoso che ricorsivamente, e sul campo, migliora la nostra idea originale. Per ogni nuova esigenza, le tecnologie più performanti a livello mondiale vengono testate nei nostri laboratori. Dove ingegneri specializzati ne studiano con attenzione pregi e difetti.  Così, attraverso le loro caratteristiche, vengono comparate in termini di qualità/prezzo e quindi definitivamente scelte. L’integrazione, inevitabilmente legata alla certificazione della soluzione, è il passo successivo e quello che precede la nascita del prototipo e la validazione nei laboratori del nostro centro di controllo. Che, insieme all'ingegneria SPEE, mettono a punto i processi, le architetture e gli sviluppi esecutivi del modello. Un nuovo campione è così disponibile sul mercato attraverso un iter di sviluppo che non prescinde mai né dall'aspetto normativo del settore, né dalle esigenze individuali del cliente. Un iter che garantisce lo sviluppo e la valorizzazione di ogni opportunità di innovazione in qualsiasi area business.

Circolo virtuoso a tre dimensioni

spirale virtuosa

Il circolo virtuoso è un insieme compiuto permanentemente in evoluzione e rappresenta uno dei nostri migliori strumenti per conseguire il più ampio valore aggiunto. Opera per complementarità e logica della cooperazione. Si alimenta dello scambio di competenza e dell’accrescimento continuo della conoscenza. Un circolo virtuoso, una volta originato, si autosostiene (tramite implementazioni e perfezionamenti) diventando preminenza dinamica. Il circolo virtuoso SPEE rilancia anche sulla terza dimensione. La nostra società non va avanti per tentativi e non si nutre dei propri errori: nel nostro caso è più logico parlare di spirale virtuosa. Una prospettiva verso l'alto che trae dall'ultimo risultato l'energia per salire il prossimo scalino e passare di livello. Il classico cerchio, il tradizionale cane che si morde la coda, è appiattito su due dimensioni e non progredisce: crea quello di cui si nutre e si mantiene in vita mangiando quello che ha creato. Il nostro impegno, invece, è rilasciare energia nuova nel sistema e reinterpretarla continuamente in un'ingegneria integrata sempre più dinamica e mai sullo stesso piano della precedente.

Utilizziamo i cookie per assicurarvi la migliore esperienza nella navigazione del sito.
Proseguendo la navigazione nel sito si presta il consenso all'uso dei cookie. Clicca qui per maggiori informazioni.